Seleziona una pagina

Monet

A Treviso le meraviglie dell’Impressionismo con i dipinti di Manet, Monet, Degas, Renoir, Sisley, Van Gogh, Cezanne e molti altri, a Milano le tele monumentali di Rubens, ispiratore del Barocco italiano: queste le mostre di maggior rilievo che si aprono nel week end. Che vede anche ad Alba una straordinaria rassegna dedicata ai capolavori futuristi di Giacomo Balla.

TREVISO – Da Manet a Renoir, da Monet a Degas, fino a Van Gogh, Gauguin e Cezanne, i maestri della pittura francese del XIX secolo raccontano attraverso straordinarie opere capitali le molte storie e sfaccettature dell’Impressionismo in una grande mostra allestita dal 29 ottobre al 17 aprile negli spazi del Museo di Santa Caterina. Esposti circa 140 capolavori, soprattutto dipinti, provenienti da prestigiose collezioni pubbliche e private, in grado di delineare un imponente affresco della produzione pittorica dell’800 francese, destinata a rivoluzionare nei decenni successivi l’arte mondiale. L’importante rassegna, dal titolo ‘Storie dell’Impressionismo. I grandi protagonisti da Monet a Renoir, da Van Gogh a Cezanne’, e’ stata ideata, prodotta e curata da Marco¬†Goldin, patron di Linea d’ombra, in occasione dei 20 anni di attivita’ espositiva, coronati da record e successi. Lo sforzo critico di Goldin sembra dunque quello di contestualizzare storicamente il movimento pittorico capitanato da Monet, che conviveva (e si nutriva) con l’approccio accademico degli artisti dei Salon o con i fautori del plein-air nella foresta di Fontainebleau. Tra i capolavori, figurano ‘La casa dell’artista ad Argenteuil’ di Monet, ‘Cipressi con due figure’ di Van Gogh, i ‘Mietitori’ di Degas, ‘Le rondini’ di Manet.

MILANO – I capolavori di Pieter Paul Rubens, provenienti dai piu’ importanti musei internazionali, sono in mostra negli spazi di Palazzo Reale da oggi al 26 febbraio per raccontare il profondo legame che ha unito il genio fiammingo all’arte italiana del XVII secolo. Esposte 75 opere, di cui ben 40 realizzate dal celebre pittore, che con il suo stile inconfondibile ha concordemente contribuito alla nascita del Barocco. La rassegna, che si intitola appunto ‘Pietro Paolo Rubens e la nascita del Barocco’, frutto di un grande sforzo critico e di collaborazione tra enti e musei, vuole approfondire la conoscenza di questo artista di centrale importanza per la storia dell’arte europea, che in Italia e’ ancora solo parzialmente conosciuto, nonostante vi avesse a lungo soggiornato (dal 1600 al 1608), lasciando un segno indelebile nella sua pittura, rimasto vitale in tutta la sua vasta produzione artistica. L’Italia e’ stata dunque fondamentale per Rubens, cosi’ come Rubens per l’Italia. Un suggestivo allestimento valorizza infine la ricchezza e grandezza delle opere, alcune di dimensioni monumentali come ‘La scoperta di Erittonio fanciullo’. Tra le altre opere esposte, lo strepitoso ‘Ritratto della figlia Clara Serena’, ‘Saturno che divora uno dei suoi figli’, ‘Seneca morente’, ‘San Gregorio con santa Domitilla, san Mauro e san Papiano’.

ALBA – Dagli esordi torinesi all’adesione alla poetica del Futurismo, l’opera di Giacomo Balla (Torino 1871 – Roma 1958) e’ al centro di una grande mostra allestita dal 29 ottobre al 27 febbraio ad Alba, negli spazi della Fondazione Piera Pietro e Giovanni Ferrero. Esposti circa cento capolavori, provenienti dalle maggiori raccolte internazionali, pubbliche e private, attraverso i quali sara’ possibile¬†ricostruire il percorso creativo di questo straordinario pittore, tra i fondatori e principali esponenti del movimento futurista, che nei primi decenni del ‘900 costitui’ il fondamentale raccordo tra l’arte italiana e le avanguardie storiche. Intitolata ‘Futurballa’, la rassegna attraverso opere capitali riesce a documentare l’evoluzione della poetica e del linguaggio del grande artista, che pochi ricordano avere radici piemontesi. Tra le opere, il ‘Polittico dei viventi’ nella sua completezza, ‘La mano del violinista’, la ‘Bambina che corre sul balcone’, il ‘Dinamismo di un cane al guinzaglio’, il ‘Volo di rondini’.